Una rarità

Il 25 maggio 2002 è per la Compagnia una data mitica.
È l'unico spettacolo in cui ci siamo autoprodotti. Dopo tanti timori, facciamo il pieno con 1.500 spettatori al Teatro Verdi di Firenze.
Alla fine chiediamo a Mite Balduzzi di cantare la "sua" Madre Dolcissima. Viene accompagnato al piano da Walter Savelli, che per l'occasione ha creato un arrangiamento speciale.
È anche l'unica esecuzione in pubblico di questa canzone da parte di Mite.

Madre Dolcissima - Mite Balduzzi con Walter Savelli